FILM Armandino e il Madre
Produzioni
Sinossi
Cast
Nel cuore di Napoli, tra vicoli stretti, antichi palazzi e qualche abuso edilizio c’è ilMADRE, Museo d’Arte contemporanea, ospitato nello storico Palazzo Donnaregina. Da una parte le opere ed il silenzio delMuseo, dall’altra i panni stesi ad asciugare ed i suoni di una città sempre in movimento. Il contrasto è forte, gli opposti convivono l’uno accanto all’altro. Armandino è un vero scugnizzo napoletano, anche se la sua famiglia ha origini Rom. Per lui il Museo è un po’ casa un po’ luna-park, è abituato a scorrazzare in quelle grandi sale fin da quando era piccolissimo. Anche suo fratello maggiore Roberto ha una certa fama tra le ragazze che lavorano al Madre. E’ furbo, sveglio e bello come il sole. Tutti lo chiamano lo “zingaro”. Sara, da poco laureata e appassionata di arte contemporanea, si è specializzata in restauro e manutenzione delle opere. Da qualche mese lavora al MADRE. Sara e Roberto si piacciono ma non mancano le incomprensioni. Il piccolo Armandino - con un ottimo fiuto per gli affari - si propone da intermediario in cambio di ricompense da parte del fratello. In una girandola di luoghi, resi ancora più suggestivi dalle installazioni di artisti contemporanei del museo, si svolge il gioco amoroso tra Sara e Roberto. Al ritmo di un minuetto il piccolo Armandino, come un moderno Puck, dirige i due innamorati, li incanta con la sua lingua inventata e con la sua simpatia, determinandone liti e riappacificazioni, ben sapendo come alimentare l’amore di Sara e Roberto e come riempire il suo portafoglio.
Regia: Valeria Golino
Produzione: Viol Prestieri - Riccardo Scamarcio

Attori: Gianluca di Gennaro - Esther Garrel - Denis Nikolic - Iaia Forte
Produzione: Pasta Garofalo
Ideazione del progetto: PesceRosso Comunicazione e Design
Sceneggiatura: Valeria Golino, Valia Santella
Fotografia: Daria D'Antonio
Montaggio: Giogiò Franchini
Musiche: Mario Tronco
Organizzatore Generale: Gennaro Formisano
Direttore di Produzione: Giuseppe Di Gangi
Suono: Emanuele Cecere
Sound Desgin: Riccardo Spagnol
Scenografia: Antonia Farina
Costumi: Roberta Nicodemo
Trucco e acconciature: Maurizio Fazzini
Segreteria di Edizione: Irene Landolfi
ispettore di Produzione: Daniela Moramarco
Segretario di Produzione: Silvio Poggiarella
Fotografie di scena: Gianni Fiorito, Alessia Bulgari
Produzioni
Armandino e il Madre
Storia
Nel cuore di Napoli, tra vicoli stretti, antichi palazzi e qualche abuso edilizio c’è ilMADRE, Museo d’Arte contemporanea, ospitato nello storico Palazzo Donnaregina. Da una parte le opere ed il silenzio delMuseo, dall’altra i panni stesi ad asciugare ed i suoni di una città sempre in movimento. Il contrasto è forte, gli opposti convivono l’uno accanto all’altro. Armandino è un vero scugnizzo napoletano, anche se la sua famiglia ha origini Rom. Per lui il Museo è un po’ casa un po’ luna-park, è abituato a scorrazzare in quelle grandi sale fin da quando era piccolissimo. Anche suo fratello maggiore Roberto ha una certa fama tra le ragazze che lavorano al Madre. E’ furbo, sveglio e bello come il sole. Tutti lo chiamano lo “zingaro”. Sara, da poco laureata e appassionata di arte contemporanea, si è specializzata in restauro e manutenzione delle opere. Da qualche mese lavora al MADRE. Sara e Roberto si piacciono ma non mancano le incomprensioni. Il piccolo Armandino - con un ottimo fiuto per gli affari - si propone da intermediario in cambio di ricompense da parte del fratello. In una girandola di luoghi, resi ancora più suggestivi dalle installazioni di artisti contemporanei del museo, si svolge il gioco amoroso tra Sara e Roberto. Al ritmo di un minuetto il piccolo Armandino, come un moderno Puck, dirige i due innamorati, li incanta con la sua lingua inventata e con la sua simpatia, determinandone liti e riappacificazioni, ben sapendo come alimentare l’amore di Sara e Roberto e come riempire il suo portafoglio.
Cast
Regia: Valeria Golino
Produzione: Viol Prestieri - Riccardo Scamarcio

Attori: Gianluca di Gennaro - Esther Garrel - Denis Nikolic - Iaia Forte
Produzione: Pasta Garofalo
Ideazione del progetto: PesceRosso Comunicazione e Design
Sceneggiatura: Valeria Golino, Valia Santella
Fotografia: Daria D'Antonio
Montaggio: Giogiò Franchini
Musiche: Mario Tronco
Organizzatore Generale: Gennaro Formisano
Direttore di Produzione: Giuseppe Di Gangi
Suono: Emanuele Cecere
Sound Desgin: Riccardo Spagnol
Scenografia: Antonia Farina
Costumi: Roberta Nicodemo
Trucco e acconciature: Maurizio Fazzini
Segreteria di Edizione: Irene Landolfi
ispettore di Produzione: Daniela Moramarco
Segretario di Produzione: Silvio Poggiarella
Fotografie di scena: Gianni Fiorito, Alessia Bulgari
Locandina
Garofalo
© Copyright 2003-2014 Privacy Policy | Terms of use
facebook twitter instagram youtube pinterest

Privacy Policy

I tuoi dati saranno trattati, con modalità elettroniche, da Pastificio Lucio Garofalo spa - titolare del trattamento - Via dei Pastai 42, 80054 Gragnano (NA) per l'invio della newsletter richiesta. Responsabile del trattamento è: xister s.r.l. - Vicolo della Frusta 8, 00153 Roma (RM). Gli incaricati preposti al trattamento dei dati sono gli addetti ai servizi Web, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell'art. 7, d. lgs 196/2003 si possono esercitare i relativi diritti, fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per scopi promozionali scrivendo al titolare all'indirizzo sopra indicato. Allo stesso modo è possibile richiedere l'elenco completo dei responsabili del trattamento.

Termini e Condizioni

Tutti i contenuti del presente sito Internet sono proprietà o controllati da Pastifico Lucio Garofalo S.p.A. e sono protetti dalle leggi internazionali sul copyright. È possibile scaricare eventuali contenuti solo per uso personale, a scopi non commerciali. Non è comunque consentita alcuna modifica o riproduzione ulteriore dei contenuti. I contenuti non potranno essere copiati o utilizzati in altro modo. I proprietari del presente sito compiranno ogni ragionevole sforzo per includere informazioni aggiornate e accurate su questo sito Web, tuttavia non dichiarano, garantiscono o assicurano la precisione, l’attualità o la completezza delle informazioni fornite. I proprietari di questo sito non saranno responsabili di eventuali danni o pregiudizi derivanti dall'accesso a questo sito internet o dall'impossibilità di accedervi, nonché per l'aver fatto affidamento a qualsiasi informazione fornita da questo sito Web. Questo sito Web può indicare link o fare riferimenti ad altri siti, tuttavia i proprietari di questo sito sono esenti da responsabilità nei confronti dei contenuti dei siti di terzi e non saranno responsabili per qualsivoglia danno o lesione derivante dai contenuti in questione. Eventuali link ad altri siti vengono fornito come semplice supporto per gli utenti del presente sito Web. I marchi commerciali, i marchi di servizio, la ragione sociale, la veste commerciale e i prodotti nel presente sito Web sono tutelati in Italia e a livello internazionale. È vietato qualsiasi utilizzo degli stessi senza previa autorizzazione scritta dei proprietari del presente sito, tranne che per identificare i prodotti o i servizi della società. Tutti i dati di identificazione personale contenuti nelle comunicazioni elettroniche al presente sito Web sono soggette alla Privacy Policy di questo sito. I proprietari di questo sito saranno liberi di usare o copiare tutte le altre informazioni contenute in qualsiasi comunicazione elettronica, comprese idee, invenzioni, concetti, tecniche o Know-how in esse divulgate per qualsivoglia scopo. Tali scopi comprendono la comunicazione a terze parti e/o lo sviluppo, la fabbricazione e/o la commercializzazione di beni o servizi. Il mittente di qualsiasi comunicazione al presente sito Web o ai proprietari del sito sarà responsabile del contenuto e delle informazioni contenute nella comunicazione in questione, comprese veridicità e accuratezza.